Risk Assessment per start up: come si fa un’analisi dei rischi e perché è importante?

La Risk Assessment o valutazione del rischio per una start up è di fondamentale importanza. Ti spiegherò cos’è, come si fa e perché è davvero così importante valutare bene tutti i rischi collegati al tuo business, soprattutto se si tratta di una nuova impresa. 

Una delle cose che dico sempre sia nelle consulenze che nei vari percorsi che gli imprenditori fanno con me, infatti, è il concetto di distaccarsi emotivamente dal propria idea perché a volte, c’e’ il rischio di essere poco obiettivi, proprio per motivo questo ritengo che un sistema di “double check” come l’analisi rischi sull’intera struttura della tua start up sia di fondamentale importanza per poter vedere le cose da un punto di vista analitico e un pochino differente di come sei abituato a vederlo.

Prima di partire, come in ogni articolo, semmai fossi capitato qui la prima volta voglio presentarmi: Sono Enrico e di lavoro trasformo idee innovative in aziende.
Mi occupo principalmente di start up digitali, oggi gestisco diverse attività e ho scoperto che per diventare un #businesscreator le cose da fare sono molto distanti dalle teorie da palco che i “guru” ti raccontano. 

Scoprirai che la valutazione del rischio è fondamentale per chi ha sviluppato una mentalità imprenditoriale vincente , per chi ha avuto la capacità di trasformare la propria idea in un business, e capirai perché non dovresti mai sottovalutare questo tipo di analisi.

Risk Assessment: cos’è? 

Hai mai sentito dire che gli imprenditori e gli startupper amano rischiare? Bene, alcuni lo fanno proprio senza senso!

La fuori, infatti, è pieno di imprenditori che non smettono di citare la famosa frase: “Stay hungry, stay foolish” di Steve Jobs pensando che questo significhi fare scelte avventate, lanciarsi a capofitto in idee all’apparenza innovative, o altre cose assurde che ho visto fare da imprenditori che hanno perso decine di migliaia di euro in pochissime settimane pensando di essere i nuovi Jeff Bezos.

Una bravo imprenditore non rischia tanto per farlo, non è “ungry e foolish” solo così per sentirsi un po “Steve Jobs de noialtri”; un bravo business creator studia i rischi, li prevede, analizza le conseguenze, e ne fa punti di forza.

Di cosa sto parlando? Della Risk Assessment, cioè della valutazione del rischio. 

HAI UN'IDEA DI BUSINESS DA SVILUPPARE? Accedi al Webinar Gratuito!

45 minuti di altissimo valore con le nozioni che ti servono per trasformare una idea innovativa in fatturato e vendite. Approfondiremo quali sono le particolarità del mercato italiano e perché molto spesso quello che i corsi di formazione e i libri americani insegnano, in verità, se rapportate alla nostra realtà, sono la ricetta fallimentare. Se hai delle idee che vuoi trasformare in business, soprattutto se non sai da dove iniziare, questo webinar fa per te!

Definizione: La valutazione del rischio è un processo di valutazione che mette al centro l’analisi dei rischi collegati alle iniziative imprenditoriali che si vogliono intraprendere. Puoi immaginarla come un’analisi dell’ “ambiente” in cui deve sopravvivere la tua impresa, se non ci sono le condizioni ideali per farlo potrebbe correre dei rischi. 

L’obiettivo principale di una valutazione dei rischi o risk analysis è quello di eliminarli definitivamente per garantire stabilità ad un’impresa, soprattutto se si stratta di una start up appena nata (se anche tu stai pensando di lanciarti nel mondo del business, leggi questa la mia guida sulle start up innovative per scoprire tutto quello che c’è da sapere). 

Come fare la valutazione dei rischi per una start up?

Ho già detto che una risk assessment è un processo di valutazione, quindi, potrai immaginare che la pima cosa da fare è porsi delle domande, o meglio una serie di domande che seguono un percorso logico ben preciso.

So benissimo che la maggior parte dei miei colleghi non ama farsi domande sul proprio business, so bene che gran parte degli imprenditori preferisce non vedere determinate verità scomode o punti deboli della propria start up, anzi, la tendenza è quella di nasconderli, o peggio, ignorarli.

Io credo che sia importantissimo conoscere ogni lato più “oscuro” della propria attività, ed è proprio per questo che voglio farti questa premessa molto importante: prima di partire elimina ogni pre concetto, elimina ogni attaccamento emotivo alla tua idea analizza tutto come se fossi un “consulente esterno” con l’obiettivo di trovare punti deboli da rafforzare.

Ma andiamo nel pratico, ecco le domande da farsi  sulla propria strategia imprenditoriale quando si vuole fare una valutazione del rischio:

  • Ci sono possibili minacce per il tuo business?
  • Quali sono i rischi o le minacce che potresti incontrare?
  • Quali potrebbero essere le conseguenze di questi rischi sia se affrontati ma soprattutto se ignorati?
  • Quanto è probabile che la tua start up venga messa a rischio da un agente esterno?
  • Ho le risorse per gestire eventuali rischi?
  • Ho un piano di gestione del rischio e delle criticità?

Queste 6 domande sulla risk assessment sono fondamentali per capire in che modo la tua azienda o start up potrebbe essere minacciata. 

Le fasi della risk analisys

Per approfondire come si effettua una valutazione del rischio e per facilitarti il lavoro, ho diviso il processo in 3 fasi. Basterà seguire questi passaggi per non sbagliare. 

La valutazione del rischio si compone di tre fasi:

  1. Identificazione: il primo passaggio è l’identificazione dei possibili rischi che possono interessare la tua azienda. Tra i più comuni: problemi dei cybersecurity, rischi di mercato, concorrenza, problemi con finanziatori, costi forniture e logistica. 
  2. Valutazione: la seconda fase è lo studio attento di ogni potenziale rischio. In particolare si deve fare riferimento alle probabilità con le quali tali rischi si verifichino. 
  3. Pianificazione: la terza fase invece serve a capire quante risorse si hanno per la gestione dei rischi. Sapere quali risorse si hanno a disposizioni e quali capacità servono per la gestione dei rischi è importantissimo per non essere impreparati. 

Il Risk management: la gestione dei rischi

Questo schema che ho preparato ti aiuterà a capire bene quali sono le fasi di questa analisi e a visualizzare tutto il processo. Pianificazione della valutazione del rischio. Nel mondo del marketing, questa operazione di gestione dei rischi prende anche il nome di RISK MANAGEMENT. 

WhatsApp Image 2021 09 07 at 21.52.23

Hai visto? I passaggi non sono molti e lo schema del processo di Risk Management è davvero semplice. Non fare un’analisi di questo tipo potrebbe anche portati al fallimento della tua azienda. Proprio su questo argomento ho scritto da poco una interessantissima guida aggiornata: 

Fallimento start up: le 7 cause più comuni e le percentuali di insuccesso

Ti è stato utile questo articolo? Se hai bisogno di altre dritte, lasciamo pure un commento! 

Commenti

commenti

Leave a Reply